15 aprile 2007

Barracuda 2007


"Mi chiedono: andrai a pisciare sulla tomba di Berlusconi quando sarà morto? No grazie: non voglio fare la fila"

Questo il finale dello spettacolo di Luttazzi di venerdi 13 aprile al Comunale di Modena.
Lui parla di sesso, politica e religione.
Nella prima parte parla solo di sesso. E si ride di gusto dei nostri stessi difetti, dei nostri luoghi comuni, delle nostre credenze e dei nostri modi di fare. Perché Luttazzi quando parla di sesso lo fa dando un nome alle cose, senza creare allusioni e doppi sensi, senza quindi cadere nel volgare. Trovo più volgare la domenica pomeriggio su Canile 5 con quelle quattro zoccolette in equilibrio instabile su di una (falsa) tavola da surf.
Nella seconda parte dello spettacolo si ride ancora, ma a denti stretti.
Quando parla di politica non risparmia nessuno, e consiglio soprattutto a quelli di destra di andarlo ad ascoltare, ascoltando senza pregiudizi. Fa riflettere Luttazzi, a modo suo, ridendo fino a farsi uscire le lacrime dagli occhi. E abbraccio la tesi che non è possibile ascoltare chi fa satira e dover andare a teatro per avere un'informazione se non imparziale, almeno completa.

2 commenti:

Giorgio ha detto...

Ciao io sono di Cagliari e sono andato a vederlo anch'io, quando è venuto a Marzo. E devo dire che poche volte nella mia vita ho riso così tanto in così tanto tempo. 2 ore e mezza! Grande Luttazzi!! Bisogna fare una petizione per riportarlo in tv. ciao

www.johnjoejosh.tk

- ha detto...

d'accordissimo sulla petizione.