21 dicembre 2007

Modena è open


I circa 2 mila dipendenti del Comune di Modena riceveranno con la busta paga di dicembre un open cd, cioè un cd-rom che raccoglie software libero.
È la prima volta in Italia che un'amministrazione comunale realizza e distribuisce ai propri dipendenti uno strumento come questo. Curato da Walter Martinelli e prodotto dalle biblioteche del Comune e dai Sistemi informativi/Ced, il cd contiene dieci software:
7-Zip (un compressore tipo win-zip), Audacity (editor di file audio), Blender (per il disegno 3D), Gimp (editor di immagini), Open Office (suite di programmi per l'ufficio), Pdf creator (per realizzare pdf ), Scribus (impaginatore di testi per libri e volantini),Tux paint (disegno per i più piccoli), Virtual Dub (editor per i filmati) e Vlc (lettore audio e video).
L'iniziativa del Comune di Modena si inserisce nelle iniziative di promozione e diffusione dei programmi e cultura open source: Condivisione di idee e risorse a beneficio di tutta la comunità. Su questo fronte, il Comune è da tempo impegnato in diversi progetti che riguardano la rete civica, le stazioni di lavoro di oltre 300 dipendenti, lo spostamento delle applicazioni gestionali e delle banche dati su una piattaforma di libero utilizzo, laboratori rivolti ai giovani per la navigazione internet, collaborazione con l'Università su progetti per le scuole superiori, concorsi per giovani programmatori. Per ridurre le spese degli aggiornamenti delle licenze, il Comune di Modena ha iniziato a utilizzare tecnologie open già nel 1995: la rete civica (web e mail) è nata, infatti, su piattaforma Sun Solaris e anche la prima versione web della rete intranet (1997) è su piattaforma open source. Agli inizi del prossimo anno circa 250 dipendenti del Comune utilizzeranno la suit open per le funzioni di scrittura e, in prospettiva, su 1600 postazioni comunali, tre su quattro la adotteranno come utilizzo esclusivo.

Fonte

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Perche' in un mondo che mira al rispetto dell'ambiente, si masterizzano utility che si possono trovare liberamente su internet ?
Il cd e' di plastica.
Non era meglio una cartolina di auguri dove si spiegava come utilizzare un motore di ricerca tipo google ?
Come mai un ente pubblico che dispone ztl e domeniche senza auto non arriva a comprendere questo ?

Babbo Natale

Anonimo ha detto...

Nel 1995 Solaris non era free...

Anonimo ha detto...

se è per questo Solaris non è free nemmeno adesso :-) Fatta eccezione per OpenSolaris che, al momento, è poco più che un esercizio di stile ...

Lele85 ha detto...

lol!
Hai usato un immagine che ho fatto un po di tempo fa!
Vedo che ha avuto suc"cesso"!

io ha detto...

un suCESSOne

anonimo ha detto...

Bella iniziatva